Copertina Aumenta e genera contatti con landing page

Perchè ti serve una Landing Page [incrementa i contatti]

Indice

Portare dei visitatori sul tuo sito web è un discorso…

Convertirli in contatti per mandare avanti il tuo business è tutt’altra storia.

Qual è quindi il modo migliore per convertire i visitatori in clienti?

Una (o più) landing page…ovviamente!

Le landing page sono fondamentali per i tuoi sforzi di generazione di contatti (lead generation).

Idealmente, dovresti averne una ottimizzata per raccogliere contatti, per ogni servizio, o offerta strategica.

Non hai una landing page? Sappi che stai lasciando nel piatto diversi clienti, che verranno “catturati” da chi ha investito per crearle.

Cos’è una Landing Page?


Iniziamo con una semplice definizione:

Una landing page è una pagina web che permette di catturare le informazioni di un visitatore, attraverso un modulo ottimizzato per la conversione.

A differenza delle normali pagine web, che tipicamente hanno molti obiettivi e incoraggiano l’esplorazione, le landing page sono progettate con un unico focus o obiettivo, noto come call to action (o CTA, in breve).

Incoraggiano quindi il tuo visitatore a compiere una sola azione (solitamente, lasciarti i contatti).

È questo focus a rendere la Landing Page la migliore opzione per aumentare i tassi di conversione delle tue campagne di marketing, abbassando i costi di acquisizione di contatti o di vendita.

Una buona Landing Page si rivolge a un pubblico particolare, come ad esempio un pubblico personalizzato tramite Facebook Ads, chi cerca determinate parole chiave su Google Ads, il traffico di una campagna di email che promuove un particolare ebook, o i visitatori che cliccano su un annuncio pay-per-click che promuove il tuo webinar (un seminario sul web).

Puoi costruire una Landing Page che permette ai visitatori di scaricare le tue offerte di contenuti (ebook, whitepaper, webinar, ecc.), o riscattare altre offerte di marketing come prove gratuite, demo o coupon per il tuo prodotto. La creazione di Landing Page ti permette di indirizzare il tuo pubblico, di offrire loro qualcosa di valore e di convertire una percentuale più alta dei tuoi visitatori in contatti, catturando allo stesso tempo altre informazioni su chi sono e a cosa sono interessati.

Come funzionano le Landing Page

Possiamo vedere una Landing Page come un funnel di marketing.

Ora, guardiamo il processo dal punto di vista del cliente, tramite 4 domande.

  • Al top of the funnel il cliente si domanda: Cosa fai?
  • Nel middle of the funnel il cliente chiede: Perché mi dovrebbe interessare? e Come e perchè ti dovrei credere?
  • Nel bottom of the funnel il cliente vuole sapere: Come si inizia?

Rispondere a queste domande in un funnel di marketing come in una Landing Page, è essenziale per guidare il cliente verso i tuoi servizi. E di conseguenza aumentare contatti e fatturato.

Funzionamento del funnale della Landing Page

Per una comprensione più completa di come le Landing Page rendono possibili le conversioni (e le riconversioni) da visitatore a contatto, trattiamo uno scenario ipotetico che aiuterà a mostrare il percorso di un visitatore attraverso una landing page.

Supponiamo che tu sia proprietario di un’azienda di pittura professionale, e che i tuoi servizi includano vari lavori di pittura professionale, sia all’interno che all’esterno. Hai fatto creare un blog aziendale che contiene articoli su consigli e trucchi per la pittura. Hai anche diverse altre offerte di marketing, come ebook didattici gratuiti sulla pittura e consulenze di pittura gratuite.

Ora diciamo che una madre stava cercando un pittore professionista per dipingere il suo nuovo asilo nido, ma prima stava facendo qualche ricerca sulle combinazioni di colori. Si imbatte nel tuo post sul blog intitolato “10 palette di colori popolari per il 2020” come risultato di una ricerca su Google, e clicca per leggerlo. Quando arriva in fondo all’articolo, nota una chiamata ad un’azione (CTA), che è essenzialmente un annuncio, per una delle tue offerte – una consulenza gratuita di pittura per aiutarla a decidere quale schema di colori funzionerebbe meglio per il suo caso. “Sarebbe interessante”, pensa, cliccando sulla CTA e visitando la landing page dove può iscriversi per la sua consulenza gratuita.

La Landing Page fornisce alcune informazioni aggiuntive e dettagli su ciò che otterrà dalla consulenza gratuita, convincendola che vale la pena fornire i suoi dati di contatto sul modulo di conversione, per poter usufruire dell’offerta. Lei invia le sue informazioni e voilà! — ora è diventata un contatto per il tuo business!

Questo tipo di percorso può essere studiato, a grandi linee, per ogni business.

Oltre alla ricerca, i visitatori possono trovare il tuo sito e le sue Landing Page attraverso una serie di canali di marketing tra cui e-mail, social media, PPC, traffico diretto o traffico referral. Inoltre, possono trovare le tue Landing Page attraverso le CTA effettuate sul tuo sito web, o direttamente grazie alla condivisione del link a queste landing page in questi altri canali di marketing.

Quindi, dopo aver creato la tua Landing Page, è necessario pensare a come integrarla nei tuoi sforzi di marketing.

5 Motivi per cui hai bisogno delle Landing Page


Ecco cinque motivi più convincenti per creare la tua Landing Page aziendale:

1) Generano facilmente contatti. Tante aziende inviano le loro e-mail, i social media e il traffico di ricerca alle loro homepage. Potresti catturare questi contatti in modo molto più efficiente inviandoli a landing page costruite per le tue offerte. Le landing page forniscono un modo molto semplice per generare contatti pronti per la vendita.

2) Mostrano le tue offerte.Le offerte di marketing e le landing page vanno di pari passo. L’idea alla base è quella di richiedere ai visitatori del tuo sito web di “pagare” con le informazioni di contatto per qualcosa di valore come un’offerta, la Landing Page è lo strumento per raccoglierle.

3) Raccolgono informazioni demografiche sui potenziali clienti: Ogni volta che un cliente compila un modulo di conversione su una landing page, questa sta raccogliendo informazioni preziose sui tuoi contatti. Il tuo team di marketing può quindi utilizzare queste informazioni per capire quali tipi di visitatori o clienti stanno convertendo, così da avere già una base di informazioni su un contatto nella fase di consulenza e vendita.

4) Forniscono contenuto per altri canali di marketing: Le landing page sono un’ottima aggiunta all’arsenale di contenuti di qualsiasi azienda, poiché possono essere condivise sui social media, utilizzate come punto focale per l’invio di email dedicate e nelle campagne di fidelizzazione, essere collegate ad annunci PPC(pay per click), ed essere trovate nella ricerca organica.

5) Offrono approfondimenti sull’efficacia delle tue offerte: Ogni volta che crei una Landing Page, crei un asset di informazioni per il tuo piano di marketing. Tracciando e analizzando le metriche associate alla tua Landing Page, puoi raccogliere molte informazioni sulle performance del tuo marketing aziendale, come ad esempio il confronto tra le varie offerte, la percentuale di conversione dei visitatori nel tempo e molto altro ancora. Questo processo aiuta a ottimizzare e migliorare il tuo marketing aziendale.

Componenti chiave di una Landing Page efficace

Ok, ora sai cos’è una landing page, come funzionano per facilitare la generazione di lead e perché ne hai assolutamente bisogno. Ma che aspetto ha una landing page?

componenti landing page numerati
  1. Titolo: Il titolo è la prima cosa che i visitatori vedranno quando “atterreranno” su una Landing Page. Un ottimo titolo di una landing page riassume l’offerta nel modo più chiaro e conciso possibile e risponde alla domanda: “Cosa riceveranno i visitatori che lasciano i contatti su questa pagina?
  2. Testo della Landing Page: Il testo di una Landing Page dovrebbe spiegare il valore dell’offerta in modo chiaro, semplice e convincente. Gli elenchi puntati possono essere utilizzati per mostrare i punti chiave, spezzare grandi blocchi di testo e mantenerlo conciso.
  3. Parole chiave: Le parole chiave dovrebbero essere utilizzate nel titolo della pagina, nelle intestazioni e nel testo di una pagina di destinazione per ottimizzarla per i motori di ricerca.
  4. Pulsanti/links di condivisione sociale: Questi link permettono ai visitatori di condividere facilmente una Landing Page sui social network come Facebook, LinkedIn e Twitter, estendendo la portata delle tue pubblicità oltre la tua rete di contatti, fan e seguaci.
  5. Navigazione nascosta: Per ridurre al minimo le distrazioni, diminuisce la frequenza di rimbalzo e aumentare le possibilità che i visitatori rimangano sulla pagina e si convertano, è necessario nascondere il menù di navigazione.
  6. Modulo di cattura/conversione del cliente: Il modulo di cattura del piombo o di conversione è quello in cui i visitatori della pagina inviano le loro informazioni in cambio dell’offerta, dove avviene la trasformazione da visitatori in contatti.
  7. Immagine: Dare ai visitatori un’idea tangibile di ciò che riceveranno e rendere la Landing Page molto più accattivanti dal punto di vista visivo: ecco perché le immagini sono fondamentali.

La differenza chiave tra una Homepage e una Landing Page

Qui sotto abbiamo una homepage e una landing page affiancate. La homepage ha tanti link e incoraggia l’esplorazione, la landing page ne ha solo uno (che rimanda alla CTA principale).

Differenza tra Home page e Landing Page


Mentre la homepage ha tantissime potenziali distrazioni la Landing Page è super focalizzata. Avere meno link sulla tua Landing Page aumenta le conversioni, in quanto li focalizza su una singola chiamata all’azione. Ecco perché le aziende esperte di marketing utilizzano sempre una Landing Page dedicata come destinazione del loro traffico.

La homepage mette in mostra il marchio, permette alle persone di esplorare una gamma di prodotti e offre informazioni aggiuntive sull’azienda e i suoi valori. Da qui, un visitatore può andare ovunque: fare domanda di lavoro, leggere alcuni comunicati stampa, rivedere i termini del servizio, pubblicare sui forum della community, ecc.

Ma non necessariamente farà un acquisto. E questo è il punto.

La Landing Page ha uno scopo completamente diverso, abbinata ad annunci che promuovono un’unica offerta, è creata per trasformare questi visitatori in clienti. Ecco perché non ti basta avere un sito web con una normale Home Page.

Cosa ti serve per creare una Landing Page efficace


Una Landing Page è più che la costruzione tecnica di una pagina. Sarà necessario infatti, eseguire le ricerche di base necessarie per renderla efficace.

La Persona dell’acquirente (Buyer’s Persona)


I personaggi dell’acquirente sono rappresentazioni dei tuoi clienti ideali. Possono essere basate su ricerche di mercato e dati attuali dei clienti. Se fatte bene, possono dare una chiara visione dei comportamenti dei tuoi clienti e di come pensano, il che ti permetterà di sviluppare il contenuto più interessante possibile per loro.

Quando crei la tua Landing Page, è importante indirizzarla ad uno solo dei tuoi personaggi. Se adatti il contenuto a più personaggi, inevitabilmente non risuonerà con tutti e diminuirà le probabilità di conversione. Quando miri ad un solo tipo di acquirente, i tuoi sforzi saranno molto più mirati e aumenteranno le probabilità di conversione. Con le Landing Page è meglio essere di nicchia e concentrati che tentare di creare offerte per tutti.

L’offerta

Un’offerta è qualcosa creato per fornire valore ai visitatori del sito web di un’organizzazione, oltre ai prodotti o servizi che l’organizzazione vende. L’offerta può essere un e-book gratuito, un webinar, un documento di suggerimenti, una guida di confronto o qualsiasi altra cosa che sia scaricabile e informativa sul settore in cui opera la tua azienda. Dovrebbe andare di pari passo con un particolare punto di dolore (pain point) che il tuo acquirente sta vivendo ed essere in linea nella fase del Viaggio dell’Acquirente (spiegato di seguito).

Il Viaggio dell’Acquirente (Buyer’s Journey)

Landing Page strada della buyer's journey

La Buyer’s Journey è il processo di ricerca che un potenziale acquirente attraversa per arrivare all’acquisto. Può essere suddiviso in tre diverse fasi: la fase di consapevolezza (awareness), la fase di riflessione(consideration) e la fase di decisione(decision). Per ogni specifica fase del viaggio dovrebbero essere creati contenuti diversi, per aiutare le persone a passare da una fase all’altra. Di seguito sono riportati i dettagli di ciascuna di esse:

Fase di consapevolezza: Un visitatore nella fase di consapevolezza ha i sintomi di un problema o di un’opportunità, ma non è in grado di esprimere chiaramente quale sia il problema. Una persona in questa fase sta facendo molte ricerche per capire i propri sintomi e definire cosa li sta causando. Tra i contenuti da creare e indirizzare alle persone in questa fase vi sono e-book, white paper e guide.


Fase di riflessione: nella fase di riflessione, il potenziale cliente ha definito chiaramente il suo problema o le opportunità, e ora vuole capire cosa può fare per risolverlo. I tipi di contenuti che si dovrebbero creare per le persone in questa fase del Buyer’s Journey includono documenti di confronto, webinar(seminari online) e video.


Fase di decisione (conosciuta anche come la fase dell’Intento): In questa fase la persona conosce il problema e la soluzione. A questo punto, si effettua un confronto tra i venditori e si cerca di restringere l’elenco dei venditori ad alcuni selezionati prima di fare la scelta finale. Fornire loro demo e informazioni sui prodotti in questa fase è una decisione saggia.

Pagine di ringraziamento e risposte e-mail (Thank-you Page)


Le Landing Page dovrebbero sempre essere seguite da quella che viene chiamata “pagina di ringraziamento”, che conferma la ricezione delle informazioni del contatto e fornisce l’offerta, oppure dettaglia i passi successivi per ricevere l’offerta. Ad esempio, se la pagina di destinazione offriva un ebook, la pagina di ringraziamento potrebbe fornire il link per accedere all’ebook. Se l’offerta era la consultazione gratuita di pittura di cui abbiamo discusso in precedenza, potrebbe fornire un messaggio che spiega che qualcuno si metterà in contatto con il contatto per programmare la consultazione.

Le pagine di ringraziamento possono anche essere accompagnate da una risposta automatica via e-mail che invia l’offerta o le fasi successive in un messaggio di posta elettronica attivato dal completamento del modulo di completamento della pagina di destinazione. Questo è particolarmente utile se l’offerta è qualcosa di simile a un webinar live che avrà luogo in una data / ora successiva, e si desidera che il lead sia in grado di salvare facilmente informazioni come le credenziali di accesso.

La funzione della pagina di ringraziamento e della risposta via e-mail è quello di assicurarsi che il contatto non venga mai lasciato in sospeso o che si chieda cosa succederà dopo.

Conclusione: più Landing Page hai, più contatti crei!

In parole povere, più Landing Page crei, più opportunità avrai di convertire i visitatori in lead.

Puoi costruire le tue Landing Page con svariati metodi, l’importante è che queste seguano i concetti di marketing spiegati sopra.

Il costo di una Landing Page è solitamente molto alto rispetto ad una normale pagina di un sito web. Ma più che pensare al costo, invito a pensare a quanto può portare come ritorno di investimento(ROI). Ed ecco spiegato il perché conviene avere una (o più) Landing Page, anche se hanno un costo particolarmente elevato.

Ti serve una Landing Page? Puoi richiedere una consulenza gratuita, disponibile in quantità limitata, per capire se fa per te e cosa ti puoi aspettare.

Fonti per ispirazione e immagini: Unbounce, Hubspot,

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Giovanni Cardia

Giovanni Cardia

Leggi anche…

Condividi su…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Come ti posso aiutare?

Mi serve sapere alcune informazioni
e quale servizio ti interessa
`Questo sito è protetto da reCAPTCHA, si applicano la Privacy Policy e i Termini di Servizioe di Google.`